Recensione The Gap Michelle Jaffe


Titolo: The gap
Autore: Michele Jaffe
Pagine: 364 pagine
Prezzo: 16 euro
Editore: Fanucci
Trama:
Quando Jane si trasferisce nel New Jersey, la nuova scuola le sembra una meraviglia: fa subito amicizia con le due ragazze più in vista dell’istituto, Kate e Langley, entrambe ricchissime e bellissime. Il trio diventa inseparabile e il loro tempo trascorre senza preoccupazioni tra la scelta di un abito e i commenti sui ragazzi. Una notte, però, Jane viene scaraventata da un’auto un corsa e finisce priva di sensi in un cespuglio di rose. Quando si risveglia in ospedale, non ricorda nulla di quanto è accaduto e il suo corpo è completamente paralizzato; inoltre riceve strani regali da un ammiratore che rimane nell’ombra e una serie di telefonate minacciose. Tutte le persone che le stanno attorno sono convinte che Jane abbia delle allucinazioni causate dai medicinali, ma un po’ alla volta lei riesce a mettere insieme i pezzi e a ricostruire la sera dell’incidente. Quello che scoprirà sarà lontano da ogni possibile verità e la trascinerà in un incubo che sembra non avere fine…

Ho comprato questo libro settimane fa,eppure mi sono decisa a cominciarlo solo ieri,quando,pulendo le mensole della mia libreria(sono maniacale quando si tratta della pulizia di libri)l'ho intravisto in un remoto angolino e l'ho preso senza nemmeno pensarci.
Ero un pò insicura su questo romanzo,non so precisamente cosa mi tratteneva dal leggerlo,ma sta di fatto che l'ho sotterrato nei recessi della mia mente per giorni,e sono rimasta sorpresa quando l'ho visto spuntare dagli scaffali,avevo perfino dimenticato di averlo acquistato.
E ora,a lettura ultimata,non capisco proprio perché non abbia iniziato prima The Gap.
Infatti si è dimostrato un libro molto molto carino,uno dei più bei thriller che abbia mai letto.
La storia non sembra molto originale "una ragazza che si risveglia in un letto d'ospedale senza sapere cosa le è successo e che deve ricostruire pian piano tutti gli avvenimenti accaduti la sera del suo incidente",eppure il modo di scrivere dell'autrice ha un qualcosa di ammaliante,che cattura,e che mi ha tenuto incollata alle pagine per ore.
Jane è stata ritrovata mezza morta in un cespuglio di rose,(da qui il titolo americano rosebushes,per me azzecatissimo),e,almeno a quanto dice la polizia,ad investirla è stato un pirata della strada.
La ragazza purtroppo non ricorda niente della serata se non piccoli spezzoni,che non fanno altro che confonderla maggiormente.Di una cosa però è sicura,nessuna delle persone che conosce le avrebbe mai fatto del male.Ma è proprio lì che Jane commette l'errore più grande.
Saranno proprio i suoi amici a tradirla,uno dopo l'altro,e a nasconderle la verità su quella sera.
Infatti,anche se la polizia ha una propria versione dei fatti,sono molte,troppe,le cose non tornano.
Perchè Jane si trovava nel bel mezzo della strada,in ginocchio,come se aspettasse di essere uccisa?Perché ha lasciato la festa alla quale si trovava?E soprattutto perché i suoi amici non hanno fatto niente per fermarla?
Pezzo dopo pezzo,la protagonista comporrà il misterioso puzzle di quella tragica serata,per arrivare ad una verità sconvolgente,che la spiazzerà completamente.
Sebbene in certi punti mi abbia ricordato eccessivamente After di Jessica Warman,ammetto che è un gran bel libro.Ho capito quanto mi sia piaciuto solo una volta arrivata all'ultima pagina con un misto di stupore e dispiacere.Stupore perchè non avrei mai immaginato che fosse proprio il personaggio che ritenevo migliore a dimostrarsi colpevole(se avessi un'agenzia investigativa,sono sicura che fallirei dopo due giorni),dispiacere perché non riuscivo a credere che avessi già finito un libro cosi bello in cosi poche ore.
Inquietante e misterioso,The Gap è il mix perfetto tra un thriller e un YA,che vi terrà col fiato sospeso fino alla fine.

4 stelline!

5 commenti

  1. Proprio oggi stavo pensando se comprarlo, l'ho visto usato su comprovendolibri.it!!!
    Bellissima recensione!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Rory!Ti consiglio davvero di prenderlo,ha quel qualcosa in più che conquista =)

    RispondiElimina
  3. Mi colpisce sempre l'abilità di uno scrittore di trasformare una trama banale in qualcosa di coinvolgente ed originale, quindi cercherò di leggere questo libro. Inoltre i thriller sono fra i miei generi preferiti. Grazie del suggerimento. Ciao!

    RispondiElimina
  4. E' da tanto che questo libro è nella mia lista desideri, però non mi sono mai decisa a comprarlo...non mi convinceva del tutto!! Dopo la tua recensione,però, lo prenderò sicuramente!!=)

    RispondiElimina
  5. Mi intriga moltissimo la trama e il fatto che tutti parlano di un bel finale mi incuriosisce parecchio! Se lo trovo usato è mio :)

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)