Recensione Oltre il bosco di Melissa Albert


T H E   H A Z E L   W O O D   

The Hazel Wood è stata una lettura abbastanza sorprendente, ho iniziato il libro aspettandomi un certo tipo di storia ma già dopo un paio di capitoli mi sono trovata a dover cambiare idea.
Questo è un libro perfetto per chi ama le rivisitazioni e il realismo magico, ma allo stesso tempo cerca una storia alquanto dark e particolare. 


“Everyone is supposed to be a combination of nature and nurture, their true selves shaped by years of friends and fights and parents and dreams and things you did too young and things you overheard that you shouldn’t have and secrets you kept or couldn’t and regrets and victories and quiet prides, all the packed-together detritus that becomes what you call your life.” 

La nonna della nostra protagonista, Alice, è una scrittrice famosa per la sua raccolta di storie "Tales from the Hinterland". L'editore ha però smesso di pubblicare il libro dopo qualche anno e adesso la raccolta è praticamente introvabile. Alice ha sempre voluto sapere di più sul libro e su sua nonna Althea, che vive nel cosiddetto "Hazel Wood", una tenuta fuori New York, e che la ragazza non ha mai incontrato. Quando Alice e sua madre Ella ricevono una lettera che le informa della morte di Althea, cose strane e inquietanti iniziano ad accadere. Ella scompare in circostanze misteriose e Alice inizia a vedere persone e cose parecchio bizzarre. L'unica cosa che Alice può fare è andare alla tenuta Hazel Wood per scoprire cos'è successo a sua madre. 

“And while they're being told, stories create the energy that makes this world go. They keep our stars in place. They make our grass grow.” 

Il libro ha un'atmosfera che sa davvero tanto di fiaba, anche se le fiabe di cui parliamo in questo caso sono estremamente dark e twisted. Tutto ruota intorno al potere delle storie e di come queste abbiano cambiato la vita della famiglia di Alice. Il libro a tratti diventa decisamente inquietante, soprattutto nella seconda parte, quando entriamo nel mondo di The Hazel Wood e incontriamo i personaggi sinistri e bizzarri che ne fanno parte. 
L'unica cosa che avrei voluto vedere sono i racconti effettivi che compongono "Tales from the Hinterland", nel libro ne leggiamo solo due e mi sono piaciuti entrambi moltissimo. Altra nota negativa è la protagonista: seppur è stato facile immedesimarmi in lei e capire la sua situazione, certe azioni e comportamenti davvero non avevano senso e hanno influito negativamente su tutta la storia. 

Non l'ho amato alla follia ma ci sono così tanti elementi che mi hanno conquistato, per non parlare della scrittura estremamente scorrevole e coinvolgente, che è difficile dare un voto a questo libro!Vado per le 3 stelline e mezzo, sperando che in futuro l'autrice decida di scrivere di nuovo del mondo di Hinterland e Hazel Wood!


Difficoltà in lingua: media

Libri nella mia TBR per i quali ho perso ogni interesse



Buon sabato, lettori!Spero stiate passando un bel weekend!Io sono tornata in Italia per qualche giorno e mi sto dedicando alla mia tesi (ho delle scadenze molto rigide ed è anche per questo che sono sparita nelle ultime settimane)!
Oggi voglio parlarvi di una lista di libri che sono nella mia libreria da un po' di tempo ma che per un motivo o per un altro non ho mai letto, e ora come ora il mio interesse è calato tantissimo e non sono sicura nemmeno di volerli iniziare xD A voi capita di ritrovarvi nella stessa situazione con certi libri?Fatemi sapere se ne avete letto qualcuno tra questi, nel caso mi consigliate di dargli una possibilità o di abbandonarli?



L'amica Perfetta Emily Lockhart
Carve the Mark Veronica Roth
Darkest Minds Alexandra Bracken
Warcross Marie Lu
The girl at midnight Melissa Grey
Red Queen Victoria Aveyard

La ragione principale per cui ho comprato L'amica perfetta, Carve the Mark e Warcross è che conosco già le rispettive autrici e ho più o meno apprezzato i loro i libri precedenti. In particolare ho amato la trilogia della Roth, ma negli ultimi mesi il mio interesse nel genere distopico è diminuito tantissimo e né Carve the Mark né Warcross mi ispirano. Darkest minds è in libreria da anni ormai, ma nemmeno l'uscita del film mi ha invogliato a leggerlo xD Emily Lockhart non mi aveva convinto del tutto col suo primo libro ma volevo comunque dare una possibilità a L'amica perfetta, adesso però ho qualche dubbio al riguardo.
Red Queen e La ragazza di mezzanotte sono ormai usciti da un bel po' di tempo, li avevo presi subito ma al momento non ho idea di quando e se li leggerò. 

Libri che non sono riuscita a leggere nel 2018, ma che non mi lascerò scappare nel 2019



Buondì, lettori! È da qualche anno che di questi tempi vi propongo la lista di libri che sono usciti nel 2018, che avrei voluto leggere ma che per un motivo o per un altro non ho più iniziato. 
Questa lista serve per ricordarmi dei titoli che non voglio dimenticare di leggere presa dalle nuove uscite del 2019. 
Quali sono i libri dello scorso anno che non avete fatto in tempo a leggere?



Recensione Sadie Courtney Summers




Sadie
Courtney Summers
Editore: Wednesday Books
Data di uscita: 4 ottobre 2018 (USA)
Pagine: 311
Trama
Sadie non ha avuto una vita facile. Abituata a cavarsela da sola, sta cercando di crescere sua sorella Mattie in una piccola e isolata cittadina e darle una vita normale. 
Quando Mattie  viene trovata morta, l'intero mondo di Sadie crolla. Dopo un'investigazione da parte della polizia inconclusiva, Sadie decide di farsi giustizia da sola e cercare l'assassino.  
Quando West McCray, una personalità nel mondo della radio, scopre la storia di Sadie in una stazione di benzina, diventa ossessionato dal trovare la ragazza scomparsa. Inizia un podcast e segue le traccie lasciate da Sadie, sperando di trovarla prima che sia troppo tardi. 

R E C E N S I O NE

"È morta," Sussurro e non so perché è questa la cosa che ho deciso di dire ad alta voce perché fa male anche solo pronunciarla, sentire la verità di quelle parole attraversare le mie labbra, vedere come sono reali in questo mondo. Ma "É morta" è la ragione per cui sono ancora viva.
È morta è la ragione per cui ucciderò un uomo. 


Ho conosciuto la Summers ormai sei anni fa con This is not a Test, innamorandomi della sua scrittura. 

I miei propositi (letterari e non) per il 2019




Buongiorno, lettori!Oggi vi parlo dei miei obiettivi per il nuovo anno, letterari e non!
Questo post é abbastanza lungo dunque ho diviso tutto in sezioni. Fatemi sapere se condividiamo qualche obiettivo e ovviamente sono curiosa di conoscere i vostri propositi per il 2019 :)

Il blog compie 7 anni - Blogoversary Giveaway - Vinci due libri a scelta



Buongiorno e buon anno a tutti voi lettori!Spero abbiate passato un bel Capodanno e siate pronti ad iniziare il 2019 nel migliore dei modi!
Il blog oggi compie 7 anni, per cui volevo fare un piccolo giveaway per ringraziare i lettori che mi hanno seguito e letto i miei post anche quest'anno!

Migliori letture del 2018



Buondì, lettori!Spero stiate passando tutti dei bei giorni di festa!Visto che stiamo arrivando alla fine del mese, e dell'anno, ho pensato di stilare la lista dei libri più belli letti nel 2018!
Quest'anno purtroppo ho letto molto di meno dell'anno scorso, ma nel complesso sono soddisfatta delle mie letture!
A voi invece come è andato il 2018 in fatto di libri?Quali sono state le vostre migliori (o peggiori) letture?Fatemi sapere nei commenti!

Regali per lettori da fare questo Natale - 2018



Buondì lettori e buon inizio settimana!Visto che il Natale si sta avvicinando, ho pensato di parlarvi di qualche regalo originale da fare a lettori e appassionati di libri!
Ho fatto un post simile nel 2015 (se volete andare a leggerlo lo trovate qui), ma volevo aggiornare un po' la lista e includere anche dei regali un po' particolari. Fatemi sapere cosa ne pensate e se avete qualche idea da aggiungere!

100 Books Scratch Off Poster - Questa è sicuramente l'idea che mi ha colpito di più. Si tratta di un poster contenente 100 libri famosi che tutti dovrebbero leggere. Ogni volta che se ne legge uno, si può grattare via il titolo dal poster!

Featured Slider