Libri sottovalutati/non molto popolari che mi sono piaciuti




Buongiorno, lettori!Si vede che sono iniziate le lezioni e gli impegni universitari quando inizio a pubblicare di meno qui sul blog xD Ho un bel po' di post già pronti ma senza tempo per condividerli e passare sugli altri blog non sono molto incoraggiata a pubblicare!Comunque oggi vi parlo di un po' di libri che a me sono piaciuti tanto, ma che non sono troppo conosciuti/popolari. Molti di questi autori sono famosi per altri lavori e sicuramente ne conoscerete qualcuno!Fatemi sapere se tra i diversi titoli c'è qualcosa che vi ispira, nel post trovate un po' di link ai libri che ho recensito tra questi!

AVVISI RANDOM -  Ho cambiato gestore per la newsletter del blog e sto cercando di renderla un po' più curata e carina!Se volete iscrivervi c'è l'apposito modulo in side bar, se invece non vi interessa riceverla e volete disattivarla è possibile farlo stesso via email ^^ Altra cosa, finalmente ho aggiornato l'indice recensioni per copertina e per titolo!Se ho tempo in questi giorni faccio un altro indice per autore!



Hurt Tabitha Suzuma (recensione) - Molti conoscono la Suzuma per il suo indimenticabile Proibito. Hurt è invece un libro che è uscito di recente (due o tre anni fa) e l'autrice affronta anche qui temi abbastanza tosti, e vale assolutamente la pena di leggerlo. 

Rooms Lauren Oliver (recensione) - La Oliver ha scritto moltissimi romanzi, tra cui la serie di Delirium, Ragazze che scompaiono, Prima di domani. Rooms è un libro per adulti per metà paranormale, che è abbastanza particolare e che ho trovato molto bello.

Why We Broke Up Daniel Handler (recensione)- Why we broke up è uno dei miei young adults preferiti. La storia è un po' strana, come intuirete dal titolo si tratta di un resoconto sulle ragioni che hanno portato una coppia di ragazzi a lasciarsi, ma è scritta molto bene e inoltre il libro è per metà illustrato. 

Il sostituto Brenna Yovanoff (recensione)- Quest'autrice non è molto conosciuta in Italia, ma a me piace tanto, e Il sostituto è decisamente uno dei miei preferiti tra i suoi lavori.

A wounded Name Dot Hutchinson (recensione)- La Hutchinson ha debuttato in Italia con Il giardino delle farfalle (anche quello super consigliato). Il suo primo libro, A wounded Name, è rimasto un po' nell'ombra, ma per me merita davvero tanto (è, in breve, una rivisitazione di Amleto dal punto di vista di Ofelia). 

Whisper Maggie Stiefvater (recensione) - Questa serie viene criticata abbastanza e si, sono d'accordo che non è il miglior lavoro della Stiefvater e che i suoi libri successivi sono infinitamente migliori, però non credo che Whisper (e Destiny, secondo volume) sia completamente da buttare. 

The Lesser Bohemians Eimear McBride (recensione) - Credo che quest'autrice sia inedita in Italia, ma in ogni caso non viene molto pubblicizzata nemmeno all'estero. Ho preso questo libro perché attirata dalla cover in un Waterstones a Edimburgo, ma il libro in sé si è rivelato davvero bello (per una volta comprare libri per la copertina si è dimostrato utile xD). 

I vampiri di Morganville Rachel Caine (recensione)- Questa serie è stata interrotta in Italia, infatti l'ho conclusa in lingua, ma è davvero stupenda. Molti lettori sono scoraggiati dal numero di volumi (15) e dal fatto che i primi volumi non sono il massimo, ma vi garantisco che la storia e la scrittura della Caine migliorano tantissimo di volume in volume. Questa è probabilmente una delle migliori serie sui vampiri in circolazione, e non esito a consigliarla!

6 commenti

  1. Ciao! Il sostituto era nella mia wishlist secoli fa e poi l'ho completamente dimenticato XD
    Per quanto riguarda la Stiefvater ho capito che non fa per me, ho da poco terminato "La corsa delle onde" e non mi ha convinta :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ti è piaciuto La corsa delle Onde allora si, non fa per te xD Però la Yovanoff potrebbe piacerti, è un'autrice interessante!

      Elimina
  2. Ciao! Eimear McBride ha pubblicato un altro romanzo, uscito in Italia col nome "Una ragazza lasciata a metà", Safarà Editore. Ti lascio il link! http://www.safaraeditore.com/catalogo/sample-product/una-ragazza-lasciata-a-meta-eimear-mcbride/

    RispondiElimina
  3. Dei libri che hai citato ho letto solo “I vampiri di Morganville” e mi era piaciuta veramente tanto!

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)

Featured Slider