Recensione Blu come gli incubi Laurie Faria Stolarz


Titolo:Blu come gli incubi
Autore:Laurie Faria Stolarz
Editore:Fanucci
Trama:
Stacey ha sedici anni e frequenta le superiori in un collegio, dividendo la stanza con la sua miglior amica Drea. Pratica la magia Wicca grazie ai poteri che ha ereditato dalla nonna, e a volte fa degli incubi sulle persone che le sono care. Le è già successo tre anni prima con Maura, la bambina a cui faceva da baby-sitter, che poi è stata uccisa, e adesso i suoi incubi riguardano Drea e uno stalker che la perseguita. Non è facile spiegare la cosa a Drea, anche a causa del suo ex ragazzo, Chad, di cui Stacey è segretamente innamorata. 
Pur sperando di rimettersi con Chad, Drea flirta con Donovan, il suo compagno di stanza che è innamorato di lei da anni, e inizia uno strano rapporto telefonico con un ragazzo del quale non sa praticamente nulla. Le minacce dello stalker si fanno sempre più insistenti, e quando Drea scompare, Stacey si dirige da sola nel bosco, certa che lo stalker l’abbia portata lì... ma l’uomo misterioso potrebbe anche essere qualcuno che lei conosce molto bene.




Letto in poche ore,Blu come gli Incubi si è rivelato esattamente ciò che mi aspettavo,e che temevo:
un Young Adult leggero e scorrevole,ma niente di più.
L'idea è molto carina,e poteva trasformarsi in una storia fantastica,se solo l'autrice avrebbe saputo svilupparla a pieno,e non accennarla appena.
Tutto,a partire dalle vicende ai personaggi,è stato troppo superficiale,e troppo breve.Capisco che questo è solo il primo volume di una serie composta da quattro libri,ma in sole 284 pagine,(scritte con caratteri enormi)non si può sviluppare una storia che,per essere sviluppata appieno,ne meritava almeno 400. 

Stacey ha sedici anni e sta affrontando il suo primo anno al college,che,tra lezioni,chiacchere,nemici e segreti,non si dimostra per niente facile. Come se questo non bastasse,di notte Stacey viene tormentata da terribili incubi,nei quali Drea,la sua compagna di stanza,si trova sempre in grave pericolo. 
Stacey sa che non può ignorare questi sogni,perché la ragazza non è una normale studentessa,ma una sensitiva,e i suoi non sono semplici incubi,ma sogni premonitori. 
A confermare i sospetti di Stacey riguardo la sicurezza dell'amica,ci saranno le strane telefonate che Drea riceve quasi ogni giorno,insieme agli enigmatici regali che lo stalker le lascia in giro per il campus,tra i quali saranno i gigli,fiori della morte,a scandire il tempo che separa le due ragazze dal fatidico giorno in cui l'incubo diventerà realtà. 
Stacey riuscirà a cambiare il futuro e salvare la sua amiza,o non potrà fare niente per fermarlo e dovrà rimanere a guardare mentre la sua premonizione si avvera?

Blu come gli incubi mescola fantasy e thriller,creando una storia che,sebbene funzioni e faccia passare un paio d'ore piacevoli,non riesce a creare un'atmosfera magica che colpisce e affascina il lettore,né crea la giusta dose di paura e suspense che non fanno staccare gli occhi dal libro fino a quando si arriva alla fine. 
Ok,ammetto che gli occhi da questo libro non li staccherete finché non lo avrete terminato,ma sicuramente non perché siete presi da un impulso irrefrenabile di sapere chi è l'assassino o se la protagonista riuscirà a salvare l'amica,ma semplicemente perché vi ritroverete a voltare l'ultima pagina prima ancora di avere il tempo materiale di porvi tutte queste domande.

Per quanto riguarda i personaggi,che dire,sono mal sviluppati come del resto lo è l'intero libro.
Non sono per niente approfonditi né caratterizzati,l'unico personaggio che ha una storia alle spalle è Stacey,al cui passato però l'autrice dedica si e no qualche paragrafo ogni 50 pagine.

E questo per non parlare del finale e del "cattivo"(che in realtà non si potrebbe nemmeno definire un vero e proprio "cattivo") della storia.
Innanzitutto arrivi a scoprire chi è a circa metà libro. Non ci vuole un genio per capirlo e i personaggi mi sono sembrati fin troppo stupidi a dubitare di tutti tralasciando la persona più ovvia di cui sospettare. 
Mi aspettavo un finale decisamente meno scontato,verso le ultime pagine speravo con tutta me stessa in qualcosa che mi sorprendesse,una svolta,un capovolgimento dell'intera situazione che mi facesse esclamare "Questo non me lo sarei mai e poi mai aspettato!" o qualcosa di simile,e invece...non è accaduto assolutamente niente.
La storia si è conclusa nel modo più banale possibile,lasciandomi con una sensazione di totale indifferenza,perché in effetti,questo libro mi ha trasmesso poco e niente,mi è scivolato addosso come acqua e,anche se l'argomento mi intrigava parecchio,non penso che acquisterò gli altri volumi della saga.

Complessivamente Blu come gli Incubi è fantasy/thriller leggero e scorrevole,consigliato soprattutto ad adolescenti che cercano una storia carina e che si legga in poche ore!

2.5 stelline!

1 commento

  1. un romanzo da ombrellone perfetto per un regalo estivo ad un'adolescente quindi!
    un target preciso che vuole trovare conforto in storie come queste

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)