Recensione 7 Il numero maledetto Barnabas Miller e Jordan Orlando


Titolo: 7 Il numero maledetto
Autori:Barnabas Miller e Jordan Orlando
Editore: Newton Compton
Trama:
Mary Shayne desiderava che il suo diciassettesimo compleanno fosse speciale, un evento da ricordare, ma di certo non immaginava che si sarebbe svegliata nuda, nel letto di un negozio di mobili, con i postumi di una terribile e inspiegabile sbronza. E la giornata prosegue nel peggiore dei modi: a scuola nessuno le fa gli auguri, né le sue migliori amiche, Amy e Joon, né il suo ragazzo, Trick, che anzi la lascia. Con il trascorrere delle ore, Mary si convince sempre di più che qualcuno sta tramando contro di lei, e i fatti le danno ragione: prima della fine della giornata viene uccisa a sangue freddo. 
Ma la morte non è che l’inizio di una nuova odissea. Mary si ritrova intrappolata in uno strano limbo, costretta a rivivere il giorno della propria morte attraverso gli occhi delle sette persone che le erano più vicine, ognuna delle quali – scoprirà con sgomento – aveva più di una ragione per odiarla. Ma chi di loro l’ha uccisa? E perché? Per scoprirlo e cercare di cambiare il corso degli eventi, Mary dovrà fare i conti con i dolorosi misteri e gli inconfessabili segreti che si nascondono sotto la patina dorata del suo mondo perfetto. 





Non mi aspettavo granché da questo libro. 
Trama carina si, ma niente di più. Leggendo i primi capitoli ammetto che non mi piaceva per niente, oltre al fatto che era troppo confusionario, 7 mi sembrava un brutto incrocio tra After e The Gap. 
Proseguendo con la lettura però, la mia opinione su questo libro è cambiata drasticamente.

Mary Shayne ha tutto ciò che una ragazza può desiderare. Un fidanzato bello e ricco, due amiche che farebbero di tutto per lei e un intera scuola letteralmente ai suoi piedi. 
Tutti la invidiano e tutti vorrebbero essere come lei, ma ciò che nessuno sa è che Mary ha una vita tutt’altro che perfetta, e il giorno del suo diciassettesimo compleanno ne sarà la prova.

La ragazza infatti si sveglia in un negozio d’arredamento, ignara di ciò che avvenuto la sera prima e del motivo per cui sarebbe dovuta andare in un posto del genere. 
E la giornata non migliora affatto. Nessuno, tranne sua sorella, sembra ricordarsi che è il giorno del suo compleanno, e appena arrivata a scuola viene perfino lasciata dal suo ragazzo, Trick.

Dopo vari avvenimenti a dir poco inquietanti, Mary si convince sempre più che qualcuno vuole farle del male, e prima che possa rendersene conto, viene brutalmente uccisa.
Da quel momento in poi, Mary sarà costretta a rivivere il giorno della sua morte dal punto di vista delle sette persone a lei più vicine, riuscendo a penetrare nei loro ricordi e scoprendo che la maggior parte di loro la odiava profondamente, tanto da volere la sua morte.
L’assassino però non sarà facile da individuare, e solo alla fine del libro Mary, e il lettore, capirà ciò che accaduto veramente, e cosa si nasconde dietro la sua apparente vita perfetta.

Dire che ho amato questo libro è poco, forse mi è piaciuto anche più di After e The Gap.
La trama è molto molto complessa si, ma anche geniale e perfettamente strutturata!
Unico punto che mi ha un po’ delusa sono state le ultime pagine, quella specie di epilogo che secondo me non era assolutamente necessario, anzi, senza di esso sarebbe stato un romanzo ancora più bello!

Voto finale 4 stelline, se non fosse stato per il finale ne avrei date anche 5! Un libro originale e, cosa da non trascurare, autoconclusivo, che non vi deluderà,consigliatissimo agli amanti del thriller/paranormal!





6 commenti

  1. A me era stato inviato appena uscito dalla newton,ma il corriere non l'ha mai consegnato... Sto pensando di prenderlo su amazon perché sto leggendo solo recensioni positive!

    RispondiElimina
  2. Mi ispira parecchio questo libro! Credo proprio che lo leggerò! :)

    RispondiElimina
  3. oddio ecccolo qui (:
    cavolo non ne avevo sentito mai parlare ma mi intrigano troppo questo genere di trame! lo vogliooo :D
    bella la recensione! ora mi hai messo curiosità per il finale D:

    RispondiElimina
  4. "Autoconclusivo"..una parola magica! :)
    Contenta che ti sia piaciuto..lo attendo anch'io!

    RispondiElimina
  5. Mi ispira moltissimo, ma stò per leggere un libro con una trama simile, "13", l'hai già letto tu?

    Intanto ti invito a visitare il mio nuovissimo blog, nato da 3 giorni appena.
    Ciao!

    http://lafedelibrovora.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. questo libro mi ispirava già dalla trama,ma dopo aver letto la tua recensione sono sicura che lo comprerò!

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)