5 cose che i libri mi hanno ispirato a fare



Ogni volta che trovo un tema della top ten tuesday interessante, me lo annoto nel mio quadernino dedicato al blog per poi tirarlo fuori quando non mi sento particolarmente ispirata a creare nuovi post. Non vi sorprenderete quindi se la top ten che tiro fuori oggi (Cose che libri mi hanno ispirato a fare) è stata pubblicata durante l’estate xD 


Al centro dell’universo-Questo libro parla di una ragazza che scompare improvvisamente e lascia alla migliore amica una lista di cose da fare, cose che la spaventano, cose che non ha mai provato prima e così via. Appena ho recensito il libro, ho inviato il link della recensione a una mia amica e le ho detto “attenta che per il compleanno ti faccio una cosa del genere”. Alla fine, presa dall’ispirazione, ho fatto davvero qualcosa del genere e le ho inviato una lista di cose assurde da fare. Sono ormai passati 2 anni, ma penso che qualche voce l’abbia effettivamente spuntata xD

Going Vintage-Questa è la storia di una ragazza che, trovando una lista di cose da fare (ultimamente sono ossessionata dalle liste, non si è capito?xD) che apparteneva a sua nonna e che questa aveva stilato quando era adolescente, si decide a completarla, rinunciando dunque a tutto ciò che non c’era negli anni ’60: cellulari, internet, social networks e ogni tipo di tecnologia. Ho trovato il libro carinissimo, e mi ha ispirata sicuramente a rinunciare alla tecnologia e ad internet di tanto in tanto.

Summer Days and Summer Nights-Qui in realtà mi riferisco a una novella della raccolta della Perkins, The Map of Perfect Things, di Lev Grossman. In breve, i protagonisti si danno alla ricerca di tutte i piccoli momenti magici e speciali che possono verificarsi nel corso di un giorno. La storia mi ha ispirata a guardarmi intorno e osservare tutte le cose che spesso passano inosservata nella vita quotidiana.

The Museum of Intangible Things-Questo libro, che è tutto incentrato sull’amicizia, ha come sfondo uno stupendo viaggio on the road alla ricerca delle cose “intangibili” in cui ci imbattiamo giorno per giorno e a cui non diamo importanza. Ovviamente un viaggio on the road è nella mia bucket list praticamente da sempre, ma alla fine ho amato molto anche l’idea del museo delle cose intangibili!

The Haunting of Sunshine Girl-Per quanto questo libro non mi sia, in definitiva, piaciuto, ho amato la passione della protagonista: la fotografia analogica. Questo mondo mi ha sempre affascinato, e mi piacerebbe prima o poi imparare qualcosa di più al riguardo.



10 commenti:

  1. Anche io sono una fissata per le liste, ne faccio praticamente per ogni cosa!
    Going Vitage non lo conoscevo, ma sembra proprio interessante, sai? Me lo segno subito :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una lettura molto carina, e poi la lista della protagonista è fantastica!

      Elimina
  2. Oddio Juliette, non ne ho letto nessuno... devo segnarmeli subito!

    RispondiElimina
  3. carina l'idea di prendere ispirazione dai libri per fare qualcosa.. dovrei buttare giù una lista anche io! XD Going Vintage mi ispira molto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yeep mi è piaciuto troppo come tema *__*

      Elimina
  4. Che carino questo post! E' proprio una bella idea, mi sa che provo a buttar giù una lista pure io :) E mi segno pure i titoli che non ho letto.

    RispondiElimina
  5. Ho letto soltanto Al centro dell'universo e l'ho adorato tantissimo <3 mi sono immedesimata nella protagonista e, leggendo, ho pensato "se c'è riuscita lei a completare la lista, posso riuscirci anche io". insomma, ti incoraggia XD
    The Museum of Intangible Things è in wishlist, mentre Going Vintange non lo conoscevo ma sembra molto carino *w*

    RispondiElimina
  6. Going vintage mi ispira troppo ^^

    RispondiElimina
  7. Going vintage mi ispira troppo ^^

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)