Recensione All The Truth That's in Me Julie Berry

Buongiorno lettori e tanti auguri di buon Natale a tutti :) Negli scorsi giorni sono riuscita a malapena a connettermi, quindi non ho più pubblicato la recensione di All the truth that's in me, che vi propongo invece oggi!Non è esattamente una lettura adatta a questo periodo, ma spero comunque di incuriosirvi perché All The Truth That's In Me è un libro meraviglioso che merita davvero una possibilità :)


All the Truth That's In Me

Titolo: The Truth That's in Me
Autore: Julie Berry
Editore: Viking Juvenile
Pagine: 228
Data di uscita: 26 settembre

Trama: Quattro anni fa, Judith e la sua migliore amica scomparvero dalla piccola cittadina di Roswell Station. Due anni fa, solo Judith fece ritorno, permanentemente mutilata, insultata e ignorata dalle persone che una volta erano la sua famiglia e amici. Incapace di parlare, Judith vive come un fantasma nella sua stessa casa, pensando silenziosamente al ragazzo che possiede il suo cuore da sempre-anche se lui non lo sa-il suo amico d'infanzia Lucas. Ma quando Roswell Station viene attaccata, segreti sepolti da tempo vengono alla luce, e Judith è costretta a scegliere: continuare a vivere in silenzio, o recuperare la voce, anche se significa cambiare il suo mondo, e le vite intorno a lei, per sempre.

RECENSIONE

All The Truth That's in Me mi ha colto davvero di sorpresa. L'aggettivo migliore per descriverlo è "diverso". Diverso nella storia, nei personaggi, nello stile, nella forma. Non mi aspettavo un libro dai tratti cosi forti e al tempo stesso cosi poetici, come non mi aspettavo una storia cosi dark, strana e singolare, ma che riesce a catturare e ad affascinare il lettore sin dalla prima pagina.

All The Truth That's In Me è la storia di una ragazza che è stata brutalmente sottratta dalla vita che si stava felicemente costruendo nel suo villaggio, e che è ritornata completamente diversa, cambiata per sempre. Con una famiglia che la considera un mostro, un paese che non fa che evitarla, e amici di un tempo che la ignorano, Judith passa i suoi giorni come un fantasma, rifugiandosi nei ricordi della vita che aveva un tempo. Incapace di parlare, non può dire a nessuno ciò che le è veramente successo nei mesi di prigionia, ma in realtà nessuno la ascolterebbe in ogni caso. Ma quando la sua famiglia si trova in pericolo, Judith si rende conto di dover ritrovare la sua voce, anche se significa stravolgere il mondo intorno a lei.

All the Truth That’s In Me | Julie Berry
(Image Credit: Sally Gardner)La Berry ha deciso di inserire  tantissimi elementi che, normalmente, non potrebbero mai funzionare in un libro presi singolarmente. La narrazione in seconda persona, la divisione frammentaria della storia, il passaggio continuo tra passato e presente, l'ambientazione storica, la scrittura segmentaria e a tratti lirica sono tutte cose che non amo particolarmente in un libro, ma in All The Truth That's In Me sono presenti tutte e sorprendentemente si amalgamano in modo perfetto tra di loro.


Il piccolo villaggio in cui vive Judith è il classico paesino pieno di persone chiuse mentalmente che vedono il mondo in bianco e nero, e una ragazza come Judith viene vista come un mostro che non sarebbe dovuto nemmeno sopravvivere alla tragedia che ha passato.
All the Truth That’s In Me | Julie BerryL'ambientazione storica (non precisata, anche se sembra trattarsi dell'America coloniale) non prende mai il sopravvento sugli altri elementi, e anche se la storia di Judith venisse narrata in epoca moderna, penso che avrebbe la stessa forza e lo stesso impatto sui lettori.

Judith è un personaggio meraviglioso. Ha vissuto l'inferno e continua a viverlo giorno dopo giorno, ma trova sempre la forza di rialzarsi e andare avanti, aiutando e amando incondizionatamente le stesse persone che la vedono come un rifiuto umano.

Tutto il libro è divido in piccoli frammenti inizialmente confusionari, ma che lentamente cominciano a combaciare tra loro e che alla fine ricostruiscono ciò che è accaduto a Judith.
Non amo particolarmente la narrazione in seconda persona e quando ho visto che era presente in All The Truth That's In Me non ero molto entusiasta, ma alla fine ho finito per adorarla. Ha infatti reso perfettamente quelli che erano i sentimenti e i pensieri di Judith, tanto che  non penso che la storia sarebbe stata la stessa se narrata in modo diverso.

Voto, 4.5 stelline!All The Truth That's In Me è una lettura a dir poco unica piena di mistero e colpi di scena che fa riflettere e pensare su come i veri mostri a volte siano gli uomini, e su come una semplice verità può avere la forza di stravolgere tutto ciò in cui abbiamo sempre creduto!

30 commenti:

  1. Bellissima recensione!! :D L'avevo già aggiunto in wishlist perchè mi aveva incuriosita la prima volta che ne avevi parlato, ma ora sono ancora più curiosa di leggerlo!! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marika :) Si già dalla trama è molto interessante, e anche la cover è molto bella *__*

      Elimina
  2. Uh, quanto mi attira! :)
    Tanti auguri, anche se in ritardo! Io ho finito, il giorno di Natale, Noi siamo infinito e l'ho amato, come da copione. In programma, ho una recensione tutta particolare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente l'hai letto :D Già è davvero impossibile non amarlo, passo al più presto a leggere la tua recensione ;)

      Elimina
  3. bellissimo mi attira tanto questo e il primo libro ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' autoconclusivo, quindi si è il primo e l'ultimo ;)

      Elimina
    2. ma lo posso trovare anche in libreria ?? :):)

      Elimina
    3. In libreria difficilmente, a meno che non ci sia un reparto dedicato ai libri in lingua :)
      Dovresti ordinarlo su Amazon o The book depository ;)

      Elimina
  4. E' in wishlist e ho già preordinato la brossura! Non vedo l'ora di leggerlo, sembra davvero bellissimo!
    Tanti auguri! =*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benee e io non vedo l'ora di sapere cosa ne pensi :D

      Elimina
  5. Wow, mi ispira un sacco! Credo proprio che lo leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sii sono sicura che ti piacerebbe :)

      Elimina
  6. L'ho letto quest'estate, bello!

    RispondiElimina
  7. Che dire anche questa volta mi hai convinta/incuriosita :3
    Soprattutto la mia curiosità di sapere cosa è successo a Judith negli anni in cui è scomparsa è arrivata alle stelle! Poi mi hanno anche incuriosita gli elementi narrativi di cui hai parlato *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già anch'io durante la lettura non facevo che domandarmi cosa le fosse successo, e non lo scopriamo fino alla fine!

      Elimina
    2. Non mi dire così che mi fai incuriosire ancora di più ahahah XD però mmm magari il nome del paese è una sorta di indizio? XD *ha visto troppi telefilm*

      Elimina
  8. La trama è stupenda *.* per non parlare della tua recensione...mi hai incuriosita tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un libro davvero bellissimo Francy ;)

      Elimina
  9. mi sembra proprio un gran libro........ complimenti per averlo scovato!!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao, ti volevo chiedere ma questo libro é giá uscito in itlia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, e sinceramente penso che difficilmente uscirà in Italia :/

      Elimina
  11. Ciao, bella recensione, ma hai incuriosita parecchio! :)

    RispondiElimina
  12. Wow *____*
    Non lo conoscevo, però mi attira un sacco :D Metto immediatamente in wishlist, sperando di poterlo leggere presto :)
    Ottima recensione, con un voto altissimo che mi fa ben sperare ;)
    Un saluto e a presto! ^_^

    RispondiElimina
  13. Ho notato questa recensione solo ora (sono un po' scombussolato ultimamente). Interessantissima l'ambientazione, non pensavo proprio fosse storica! E come sempre da ogni tua recensione traspare ciò che il libro ti ha trasmesso che sia una sensazione positiva e negativa. Ciò che mi incuriosì di questo libro fu la trama, ma quando mi soffermai sulla copertina rimasi rapito, forse è una delle poche volte in cui la copertina calza a pennello con la trama (almeno da quanto possa trasparire da quest'ultima), gli occhi di "ghiaccio" da cui trapela una velata malinconia e quello squarcio improvviso sulla bocca, mezzo tramite il quale Judith dovrà salvare la sua famiglia dalla minaccia che incombe pur costandole un enorme sforzo, pur essendo la sua famiglia una dei tanti "organismi" che l'ha ripudiata dopo il suo ritorno anziché accoglierla a braccia aperta. Beh, dopo aver terminato questa mia piccola interpetazione posso dire che sarà uno dei primi acquisti del 2014 nonché una delle prossime lettura, una volta terminate quelle in arretrato ovviamente! :)

    RispondiElimina
  14. Stranamente è finito dritto dritto in wishlist! Ormai sto decisamente diventando monotona D:
    Posta la recensione di qualche libro schifoso ogni tanto, altrimenti avrò più libri in wishlist di quanti ne potrò mai leggere nella mia vita haha

    RispondiElimina
  15. questo libro mi ha incuriosita parecchio...perchè queste bellezze non vengono prese in considerazione appena escono nel proprio stato? già giusto...in Italia è meglio tardi che mai-.-
    ora voglio sapere se continuerà a stare in silenzio o tirerà fuori i cosìdetti...speriamo di riuscire a leggerlo prima o poi*^*

    RispondiElimina

Grazie mille per aver commentato il mio post!Apprezzo tantissimo i vostri commenti e cercherò di rispondervi al più presto =)